Come e perché gestire lo stress da Coronavirus

La situazione di instabilità globale generata dal Coronavirus sta portando non solo a un’insicurezza economica per gli imprenditori, ma anche a una vulnerabilità sociale che tocca sia gli adulti che i ragazzi.

Il livello di incertezza nei confronti del futuro è palpabile ad ogni livello sociale e organizzativo. Problematiche legate al lavoro, alle finanze, alla salute e alle relazioni sociali sono ormai all’ordine del giorno, per non citare l’adattamento al cambiamento che tutti sono chiamati ad affrontare nei confronti del telelavoro e della scuola a distanza.

Ed è proprio il cambiamento radicale delle abitudini e l’incertezza legata al futuro che stanno portando la maggior parte delle persone al disorientamento e all’incremento del malessere psicologico ed emozionale. Paura, ansia e incertezza sembrano essere diventate le emozioni predominanti che governano i contesti di vita e queste, le emozioni negative, sono responsabili dell’abbassamento delle difese immunitarie e compromettono la capacità del corpo a difendersi dai virus.

SISTEMA IMMUNITARIO E STRESS

Fino a poco tempo si pensava che non ci fosse un legame diretto tra il sistema nervoso e il sistema immunitario; praticamente tutti i fisiologi credevano che questi due sistemi agissero in modo indipendente.

È stata Candace Pert neurofisiologa e direttrice del centro di biochimica cerebrale del National Institute for Mental Health, a scoprire che i neuropeptidi, le molecole che trasmettono le informazioni nel sistema nervoso, sono i mediatori sia delle informazioni che delle emozioni, e questi sono presenti in tutte le cellule del corpo.

Candace Pert scopre che le emozioni sono responsabili della regolazione dell’intero organismo: le emozioni positive favoriscono le reazioni del sistema immunitario aumentando le difese del corpo, mentre le emozioni negative riducono la funzione immunitaria.

Oggi la Psiconeuroendocrinoimmunologia studia in modo approfondito le correlazioni tra il sistema nervoso, endocrino ed immunitario e fornisce una chiara comprensione della salute.

Significa che per essere in salute non si può più pensare di mangiare sano e fare movimento, ma è primordiale prendersi cura del modo in cui si pensa e si risentono le emozioni.

Queste scoperte dovrebbero attivare la responsabilità personale di ognuno nel ricercare metodologie e strumenti che permettono di trasformare in modo autonomo le proprie emozioni di malessere in benessere e che permettono di governare la propria mente in modo efficace, per potenziare le proprie difese immunitarie e creare maggior benessere. Quando un sistema è forte, ha maggiori possibilità di restare in salute e combattere agenti esterni come i virus e altre infezioni.

IL COACHING NEURO-EMOZIONALE PER POTENZIARE I PENSIERI E LE EMOZIONI

Oggi esistono metodologie certificate nate negli ultimi decenni che permettono di migliorare la qualità della vita della mente e creare uno stato interno di benessere emozionale. Tra queste discipline si posiziona il Coaching Neuro Emozionale, che permette a qualsiasi individuo di lavorare in modo autonomo (auto-coaching) sul proprio sistema nervoso e potenziare il proprio benessere.

Il Coaching Neuro Emozionale permette di coltivare una mente positiva e focalizzata, capace di evitare le trappole mentali dei pensieri compulsivi e ricorrenti, e permette di armonizzare le emozioni nel corpo e raggiungere livelli di benessere emozionale elevati.

Liberando il corpo dalla paura, dall’ansia e dallo stress, migliora il funzionamento globale dei sistemi nervoso ed immunitario e la mente acquisisce maggior lucidità e serenità.

Quantasia SA è la prima azienda in Svizzera che porta questi metodi innovativi nati in Francia negli anni 2000. Seguendo percorsi di Caoching Neuro Emozionale, gli individui imparano un metodo che possono praticare autonomamente e per il resto della loro vita per auto-regolare il proprio mondo interno e vivere nel benessere.

COME FUNZIONA IL COACHING NEURO EMOZIONALE

Il Coaching Neuro Emozionale lavora con la triade mente-cervello-corpo. Chi segue un percorso di Coaching Neuro Emozionale è in grado in sole 15 settimane di riprogrammare il proprio cervello al benessere emozionale e alla riuscita. I livelli di stress e di ansia diminuiscono drasticamente per lasciar posto ad emozioni di fiducia, sicurezza, entusiasmo e gioia. In questa corrente psico-emozionale tutto il corpo crea maggior energia vitale e le risorse e le difese aumentano.

Il Coaching Neuro Emozionale sviluppa in tre fasi ben precise:

  1. BENESSERE EMOZIONALE: il cliente impara a creare stati di benessere emozionale ed inizia a recuperare l’energia vitale che gli permette di stare meglio e creare maggiori performance.
  2. POTENZIAMENTO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE: una volta che il cliente ha raggiunto la prima fase, il Coaching si concentra nel potenziamento del ragionamento e della mente per permettere di attuare i migliori comportamenti ed azioni che creano maggiori risultati nelle sfere di vita.
  3. AUMENTO DELLE PERFORMANCE: nella terza fase del Coaching, il cliente inizia a lavorare sui suoi obbiettivi personali e professionali in modo mirato, aumentando le sue performances avvalendosi distrategie mentali e corporali.

PERCHÉ IL COACHING NEURO EMOZIONALE È EFFICACE?

Il Coaching Neuro Emozionale lavora sulla neurologia e sul modo in cui una persona produce i pensieri e le emozioni; quando un individuo ha in mano le redini di pensieri, emozioni e sistema nervoso, diventa infallibile!

Questo metodo è efficace poiché mira a sviluppare delle competenze ben precise e delle abilità personaliper regolare il proprio modo di essere in funzione dei propri obbiettivi. È un metodo che si pratica in totale autonomia e per cui è la stessa persona a diventare artefice del proprio destino e a non posizionarsi più come vittima!

Se questo articolo ti ha interessato, contattaci per un incontro conoscitivo gratuito in cui potremmo comprendere le tue necessità ed illustrati come possiamo lavorare insieme. Oppure iscriviti e partecipa a uno dei nostri Atelier.

Ciascuno di noi è completamente isolato in se stesso anche se tra noi i rapporti sono strettissimi, la vita intera altro non e' se non il tentativo ininterrotto di ritrovarsi
Thomas Bernard
Richiedi informazioni



Contattaci
Contattaci