Statistiche ed evoluzione del Leadership Coaching

Il mercato della formazione per i dirigenti, in Svizzera e all’estero, è in forte espansione e le organizzazioni sono sempre più attirate verso l’integrazione di accompagnamenti strategici di Coaching per aumentare la leadership dei propri manager, piuttosto che avvalersi della formazione tradizionale.

Questa tendenza si è consolidata grazie ai risultati concreti che il Coaching è in grado di apportare alle organizzazioni, in quanto risulta efficace nel sostenere le risorse nei processi di sviluppo e cambiamento.

Già nel 1997 il Financial Times pubblicò uno studio dell’International Personnel Management Association, che dimostrava che se la formazione tradizionale migliora la produttività in media del 22%, con il Coaching si raggiunge circa l’88% (Financial Times, 1997). A partire da quegli anni si à assistito a una crescente richiesta di servizi di Coaching come strumento di formazione d’avanguardia tra le grandi multinazionali.

Infatti, l’interesse delle organizzazioni di avvalersi di servizi di Coaching in Svizzera, si fonda principalmente sulla forte attenzione che è stata riposta nella risorsa umana come vantaggio competitivo e fonte di creazione di valore all’interno delle stesse. Le innovazioni, le sinergie e le conoscenze che si sviluppano nei contesti organizzativi, sono dunque un valore aggiunto definito come un intangible asset aziendale, in quanto difficilmente misurabile.

Un sondaggio della CIPD (Centre for Diversity and Work Psychology) elaborato su più di 500 organizzazioni, ha inoltre evidenziato che la formazione in azienda delle risorse, si sia spostata dall’apprendimento classico delle competenze ad un approccio basato sullo sviluppo della persona, appunto il Coaching. Il sondaggio ha messo in luce che le persone all’interno di un’organizzazione, necessitano di un supporto efficace di sviluppo soprattutto nel caso in cui si debbano assumere maggiori responsabilità nel proprio ruolo.

Dalle statistiche emerge infatti che il Coaching nelle organizzazioni, viene maggiormente richiesto per sostenere la risorsa:

  •  in una rapida crescita aziendale in cui è richiesto un cambiamento veloce dei ruoli;
  •  nell’acquisizione di maggiori competenze;
  •  nell’aumento del carico di lavoro;
  •  nello sviluppo della leadership e della postura manageriale.

Il Coaching, dunque, mira allo sviluppo delle competenze trasversali  (la comunicazione, l’organizzazione, la relazione, la leadership, la conduzione, la gestione del tempo, ecc.), ovvero quelle competenze che riguardano la postura manageriale della persona che rappresentano la ricchezza del capitale umano nelle organizzazioni.  È un fatto innegabile che il Coaching permette di ottenere ottimi risultati, ma questi sono raggiungibili solo quando il manager è predisposto mentalmente ad acquisire nuove competenze e a far emergere una nuova personalità.

Il Coaching, quindi, accompagna la risorsa in un processo di sviluppo del proprio potenziale e nella trasformazione del proprio mindset, che la portano ad attuare cambiamenti concreti nel modo di approcciare le situazioni, di ragionare, comunicare, relazionarsi e gestire le risorse. Risulta infatti efficace per la gestione dello stress, nel facilitare il cambiamento organizzativo, per far emergere la leadership, nell’identificare i comportamenti che contribuiscono al successo e quelli che ne limitano l’efficacia, per identificare le strategie e i piani di azione delle risorse, per sviluppare un’attitudine imprenditoriale, condividere i valori, generare benefici misurabili e attuare un processo di autorealizzazione ed equilibrio tra vita privata e lavorativa.

I benefici e i risultati del Coaching non dipendono solo dalla motivazione e l’attiva partecipazione della risorsa, ma anche dalla postura del Coach, che deve fornire tutta la sua esperienza e le qualità personali nel costruire un rapporto veritiero, credibile, strutturato e orientato agli obiettivi a fine di apportare un beneficio al cliente.

Oggigiorno il Coaching è considerato come un effettivo strumento di sviluppo organizzativo con solidi fondamenti nella psicologia, nelle scienze, nella filosofia, nell’educazione e nelle best practices di psicologia sportiva (Zeus e Skeffington, 2002), offrendo così un servizio completo e strategico alle organizzazioni e posizionandosi come servizio indispensabile alle aziende che vogliono restare competitive.

Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio.
Richiedi informazioni



Contattaci
Contattaci