S.A.N.E. - Sistema di Allineamento Neuro Emozionale
Condividi: condividi condividi condividi

Grazie a strumentazioni come l’elettroencefalogramma (EEG), oggi è dimostrato che il modo in cui percepiamo il mondo e il senso che diamo alle nostre esperienze cambiano le nostre onde cerebrali. Il nostro buon funzionamento cerebrale e la nostra esperienza quotidiana, sono dunque inseparabili.

Quando le nostre onde cerebrali sono fuori equilibrio, ci sono problemi corrispondenti nella nostra salute emotiva o neuro-fisica. Le ricerche hanno permesso di identificare l’associazione tra tipologie di onde cerebrali e condizioni emotive e neurologiche. Ad esempio la sovraeccitazione in alcune aree del cervello è legata a disturbi d'ansia, disturbi del sonno, incubi, iper-vigilanza, comportamento impulsivo, rabbia e aggressività, depressione agitata e dolore nervoso cronico. La sottoesposizione in alcune aree del cervello porta ad alcuni tipi di depressione, deficit di attenzione, dolore e sintomi cronici ed insonnia. 

Interventi chimici come farmaci o droghe ricreative sono i metodi più comuni per alterare la funzione del cervello ma che comportano conseguenze per la salute, mentre l'allenamento della coerenza cerebrale è il metodo meno invasivo e con effetti più duraturi nel tempo. Il metodo S.A.N.E. - Sistema di Allineamento Neuro Emozionale, permette di riportare in equilibrio ed allenare il buon funzionamento delle onde cerebrali. 

CHE COSA SONO LE ONDE CEREBRALI?

Ogni volta che pensiamo, proviamo delle emozioni e attuiamo dei comportamenti, qualcosa di spettacolare accade dentro il nostro cervello: la comunicazione tra i neuroni. Gli impulsi elettrici emessi dalla sincronizzazione di masse di neuroni che comunicano tra loro, creano le onde cerebrali. 

Grazie all’utilizzo dell’elettroencefalogramma che utilizza dei sensori posti sul cuoio cappelluto, oggi siamo in grado di rilevare l’attività cerebrale. Le onde cerebrali si distinguono tra loro per la frequenza che emettono. Possiamo immaginarle come delle note musicali: le onde a bassa frequenza sono come il suono di un tamburo mentre le onde ad alta frequenza sono simili ad un suono acuto di un flauto. Le onde cerebrali danzano variando la frequenza in base all’attività che stiamo compiendo. 

Le onde cerebrali vengono misurate in Hertz (cicli al secondo).

INFRA-BASSE (<0.5 HZ)  

Si ritiene che le onde cerebrali infrarosse (Potenziali corticali lenti) siano i ritmi corticali di base delle nostre funzioni cerebrali superiori. Si sa molto poco sulle onde cerebrali infra-basse. La loro lentezza le rende difficili da individuare e misurare con precisione, così che pochi studi sono stati fatti. 

ONDE DELTA (0.5 A 3 HZ) 

Le onde cerebrali Delta sono onde cerebrali lente. Sono generate nel sonno senza sogni e nella meditazione più profonda. Le onde Delta sospendono la consapevolezza esterna e sono la fonte della guarigione e della rigenerazione, ed è per questo che il sonno ristoratore profondo è così essenziale per il processo di guarigione.

ONDE THETA (3 A 8 HZ) 

Le onde cerebrali Theta si verificano più spesso nel sonno, ma sono anche dominanti nella meditazione profonda. In theta, i nostri sensi sono ritirati dal mondo esterno e focalizzati su segnali provenienti dall'interno. È quello stato che normalmente sperimentiamo brevemente mentre ci svegliamo o ci addormentiamo. In Theta siamo in un sogno: immagini vivide, intuizione e informazioni al di là della normale consapevolezza cosciente. 

ONDE ALPHA (8 A 12 HZ) 

Le onde cerebrali Alpha sono dominanti quando abbiamo pensieri positivi silenziosi, quando accediamo ad emozioni intense di benessere come la gioia o l’amore e sono presenti in alcuni stati meditativi. Alpha è il potere del qui e ora, del momento presente. L'Alpha è uno stato di riposo per il cervello, è la porta del subconscio che favorisce l'apprendimento, la memoria e l'intuizione. Le onde Alpha aiutano la coordinazione mentale generale, la calma, la cura, l'integrazione mente-corpo e favoriscono la creatività.

Il metodo S.A.N.E. - Sistema di Allineamento Neuro Emozionale agisce principalmente tramite la stimolazione di queste onde cerebrali. 

ONDE BETA BETA (12 A 38 HZ) 

Le onde cerebrali Beta corrispondono al mentale-analitico (l’ego), dominano il nostro normale stato di veglia di coscienza quando l'attenzione è diretta verso i compiti cognitivi e il mondo esterno. La Beta è un'attività "veloce", presente quando siamo vigili, attenti, impegnati nella risoluzione di problemi, nel giudizio, nel prendere decisioni o nell'attività mentale mirata. Il Beta è la sede dell’ego, del controllo, della competizione

Le onde cerebrali Beta sono ulteriormente divise in tre bande:

- Beta inferiore (Beta1, 12-15Hz) è uno stato analitico “inattivo”, guadare la televisione ad esempio. 

- Beta medio (Beta2, 15-22Hz) è un alto livello di coinvolgimento come in una fase di analisi e apprendimento.

- Beta Superiore (Beta3, 22-38 Hz) è un pensiero molto complesso, veloce, competitivo che produce paura, ansia elevata o eccitazione negativa. È l’attivazione del cervello Rettiliano. L'elaborazione continua ad alta frequenza non è un modo molto efficiente per far funzionare il cervello, poiché richiede un'enorme quantità di energia e tende ad affaticare il corpo e nel tempo a generare sintomi.

ONDE GAMMA (38 A 50 HZ) 

Le onde cerebrali Gamma sono le onde cerebrali più veloci (alta frequenza, come un flauto) e si riferiscono all'elaborazione simultanea di informazioni da diverse aree del cervello. Le onde cerebrali gamma trasmettono le informazioni rapidamente e in silenzio, è la più sottile delle frequenze, la mente deve essere tranquilla per accedervi.

Solo di recente i ricercatori hanno scoperto che Gamma si attiva quando ci si trova in stati di amore universale, altruismo, spiritualità e virtù superiori. Il modo in cui vengono generate le onde Gamma rimane ancora un mistero. Si ipotizza che i ritmi Gamma modulino la percezione e la coscienza e che una maggiore presenza di Gamma si riferisca alla coscienza espansa e alla connessione con il tutto. Gamma è la sede della spiritualità.

Condividi: condividi condividi condividi
Il Coaching non costituisce terapia.
Il Coach è un allenatore, un motivatore, un facilitatore nel processo evolutivo e decisionale e non scava nel passato del Cliente per cercare le cause di un problema e non fa presupposizioni ma lavora nell’osservazione dei fatti.
Il Coach non è un terapeuta, un medico o uno psicologo. In caso di sintomi e patologie si consiglia di consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista. Le eventuali nozioni contenenti informazioni medico-scientifiche hanno unicamente finalità conoscitive, educative e divulgative con l’obiettivo di aiutare gli altri a fare scelte consapevoli e non costituiscono strumento di diagnosi o di medicazione e non sostituiscono in nessun caso la consulenza medica. Nessun termine in questo sito è utilizzato a scopo diagnostico, terapeutico o psicologico.
Alcune parole possono essere utilizzate per convenzione, ma non intendono definire competenze medico/psicologiche in alcun modo. Il Coaching non è rimborsabile dalle Casse Malati.
Il Cliente è informato delle differenze tra un Coach e uno psicologo.

Richiedi informazioni

Blog

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta