"Felicità è quando ciò che pensi e ciò che senti dentro di te, sono in perfetta armonia"
Condividi: condividi condividi condividi

Tutti conosciamo lo stato di Allineamento Neuro-Emozionale, lo abbiamo certamente sperimentato durante attività che amiamo fare e che ci coinvolgono pienamente trasportandoci in uno stato di benessere totale. 

L’allineamento avviene quando c’è gioia ed entusiasmo, quando c’è amore ed ispirazione; lo si può risentire mentre si pittura una tela o mentre si suona uno strumento, mentre si balla o si canta, mentre si medita, si fa l’amore o semplicemente mentre si legge un libro che ci fa dimenticare del mondo al di fuori di noi. 

Nello stato di allineamento la mente tace, è silenziosa e lascia il posto all’espressione emozionale, lascia vivere il corpo senza fare domande. 

Nei momenti in cui siamo allineati con noi stessi, perdiamo consapevolezza della dimensione spazio-tempo ed entriamo in uno spazio di benessere che ci connette a parti più profonde ed autentiche del nostro essere. In quei momenti non c’è spazio per i pensieri negativi, per l’ego, ne per le emozioni perverse; siamo solo immersi nella gioia e nell’eccitazione e ritroviamo la nostra dimensione naturale dell’esistere.

Quando siamo felici, siamo in Allineamento Neuro-Emozionale, significa che la mente vive o desidera vivere qualcosa, mentre il corpo è in una vibrazione di eccitazione, di gioia, di amore, di gratitudine,… desideroso di sperimentare ardentemente ciò che vuole il mentale in quell’istante. 

Mentre in stati di stress, paura e ansia è il Cervello Rettiliano che conduce le nostre giornate. Il Cervello Rettiliano è la sede della parte istintiva del cervello, che non sa fare altro che scappare o attaccare. Le porte della creatività sono chiuse, riproduciamo gli stessi schemi, affrontiamo i problemi nello stesso modo e commettiamo gli stessi errori. Questo corrisponde allo stato di Disallineamento Neuro-Emozionale e siamo guidati da emozioni come la frustrazione, l’incertezza, l’insoddisfazione, la rabbia, la paura e l’ansia. 

Quando viviamo guidati dalla vibrazione della gioia, è l’anima che conduce le nostre azioni, siamo a contatto con il nostro sentire, con il nostro cuore. La gioia è il ritmo che permette all’anima di esprimersi e co-creare nella dimensione materiale. Infatti, tutti gli insegnamenti spirituali concordano che la cosa più importante nel percorso evolutivo, è essere felici, proprio perché quando siamo gioiosi ed entusiasti, siamo nell’energia della creazione

Ma la società in cui viviamo oggi tende ad allontanarci dal nostro sentire alimentando il nostro ego e il disallineamento tra mente e corpo, ci induce a credere che la nostra felicità dipende dai risultati esteriori e da ciò che possediamo a livello materiale. Le persone sprecano vite intere cercando di accumulare beni e vittorie esterne, ma impoverendosi emozionalmente e spiritualmente, vivendo in stati di stress, in contraddizioni e in stati di Disallineamento Neuro-Emozionale, che se vissuti per lunghi periodi portano peraltro alla malattia. La società nel suo insieme alimenta questo disagio e la disarmonia interiore: la moda, il cinema, il sistema educativo, i conflitti tra le religioni, le grandi industrie… sono tutti sistemi che alimentano il malessere, l’ego, il possedere, la competizione e gli anti-valori. 

Lo stato di benessere e la felicità non si raggiungono con i beni materiali, ma bensì sono il risultato di un lavoro internodi allineamento con sé stessi. 

Oggi esistono tecniche straordinarie, come il metodo S.A.N.E. Sistema di Allineamento Neuro Emozionale, che permettono di attivare questo processo di apertura del cuore attraverso esercizi neurologicamente sequenziati. Il metodo S.A.N.E. è un allenamento delle onde cerebrali (Brain Training), permettendo all’individuo di accedere alla creatività, all’energia del benessere e guidandolo ad entrare a contatto con il proprio sentire, per accrescere la propria spiritualità e accedere a stati di coscienza superiore. 

Desiderare stare bene e allinearsi con sé stessi è un lavoro quotidiano, ed è fattibile solo per chi ha la volontà di allinearsi con chi è veramente, con chi desidera sviluppare i propri doni e comprendere la propria missione di vita. È un lavoro che richiede autenticità e profonda fede, al fine di lasciar andare il controllo, l’ego, per far esprimere le emozioni della vita e dar luce al proprio essere. In quell’attimo la mente è silenziosa, non intervenire e non infierisce. 

La mente è inquieta, inquinata da parassiti, fa distorsioni, crea illusioni ed elabora programmi subconsci complessi, auto-sabotanti e difficili da riconoscere se non si decide di osservare e fare un lavoro per riscrivere il proprio modo di essere ed esistere. 

Il primo passo per creare l’allineamento è comprendere che noi non siamo un elemento singolo, ma bensì siamo un sistema complesso, composto da più elementi: 

  • il mentale: l’ego che può solo compararsi agli altri e calcolare le mosse nello spazio e nel tempo, 
  • il cervello: il direttore d’orchestra del nostro sistema complesso dove sono iscritti i programmi subconsci,
  • il corpo: il veicolo che ci porta in giro nello spazio ma che al tempo stesso ci permette di far girare le emozioni dentro di noi
  • l’anima: che emerge e si esprime quando gli altri sistemi mentale-cervello-corpo sono allineati.

Quando un individuo è disallineato tra questi tre sistemi mentale-cervello-corpo, l’anima è incastrata, soffre, non può esprimersi ed essere presente nell’esperienza umana, non c’è consapevolezza e l’individuo non accede a stati di coscienza superiore. È per cui guidato dagli anti-valori, commette errori, distrugge le relazioni, ed è il suo ego che conduce e decide il da farsi in base ad un calcolo, al confronto con gli altri e non secondo ciò che è giusto per se stesso, ed è nel rifiuto di ciò che non conosce. 

La priorità nel processo evolutivo è sempre quella di essere in allineamento con sé stessi, di essere a contatto con il proprio sentire. Quando le situazioni esteriori ci spingono nella dualità della materia e nelle contraddizioni, è compito nostro sviluppare la capacità a ritrovare il nostro centro. Quando siamo in allineamento con noi stessi, rilasciamo automaticamente un’energia molto potente che gli altri percepiscono, questa energia è la forza della vibrazione della gioia e dell’entusiasmo. Questa energia influenza positivamente il mondo dentro e attorno a noi, crea la vita e l’armonia. 

Solo quando siamo allineati siamo nell’energia della creazione e possiamo co-creare con altri esseri umani, nel benessere e nell’intesa.

#BenessereEmozionale

Condividi: condividi condividi condividi
Il Coaching non costituisce terapia.
Il Coach è un allenatore, un motivatore, un facilitatore nel processo evolutivo e decisionale e non scava nel passato del Cliente per cercare le cause di un problema e non fa presupposizioni ma lavora nell’osservazione dei fatti.
Il Coach non è un terapeuta, un medico o uno psicologo. In caso di sintomi e patologie si consiglia di consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista. Le eventuali nozioni contenenti informazioni medico-scientifiche hanno unicamente finalità conoscitive, educative e divulgative con l’obiettivo di aiutare gli altri a fare scelte consapevoli e non costituiscono strumento di diagnosi o di medicazione e non sostituiscono in nessun caso la consulenza medica. Nessun termine in questo sito è utilizzato a scopo diagnostico, terapeutico o psicologico.
Alcune parole possono essere utilizzate per convenzione, ma non intendono definire competenze medico/psicologiche in alcun modo. Il Coaching non è rimborsabile dalle Casse Malati.
Il Cliente è informato delle differenze tra un Coach e uno psicologo.

Richiedi informazioni

Blog

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta