Coronavirus: stress, ansia e paura non aiutano il sistema immunitario

Le ultime ricerche nel campo della Psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) confermano che avere strategie per regolare le emozioni negative e lo stress, permettono di alzare le difese immunitarie.

La Psiconeuroendocrinoimmunologia è la disciplina che si occupa delle relazioni tra psiche e i sistemi di regolazione fisiologica che costituiscono l’organismo umano: quello endocrino, quello nervoso e quello immunitario.

La PNEI conferma che quando la mente di un soggetto è coinvolta emotivamente in situazioni di sofferenza, come la paura, il dolore, la rabbia, il risentimento, lo sconforto o l’angoscia per periodi di tempo prolungati, le sostanze rilasciate nell’organismo, che sono le stesse che nella fase di stress iniziale producono effetti positivi, diventano nocive quanto le tossine che inquinano il corpo. Lo stress prolungato attiva per cui meccanismi dannosi: tra questi, quello più importante è la diminuzione o la soppressione della risposta immunitaria.

Per cui la PNEI mette in rilievo anche la bidirezionalità dei collegamenti tra psiche e sistemi biologici, sottolineando così la reciproca influenza esistente tra la sfera psichica e il livello fisico-corporeo. Quanto avviene nella nostra testa si ripercuote sulla condizione fisica in generale, che a sua volta influenza la psiche. Quindi spiega come le emozioni e lo stress modificano la salute fisica e la risposta del sistema immunitario.

In conseguenza gli stati di attivazione emozionale negativi, variano i parametri immunitari, ritardando la sintesi di anticorpi, fino ad arrivare a fenomeni patologici, come lo sviluppo di autoanticorpi, evento maggiormente associato alle malattie autoimmuni.

In questo momento di paura generale dovuta al Coronavirus è fondamentale avere uno stile di vita sano e acquisire strategie di regolazione emozionale, come le tecniche di Educazione Neuro Emozionale o la meditazione.

Alimentazione: ridurre il consumo di zuccheri in generale e limitare sostanze proinfiammatorie come glutine e caseine varie e grassi di scarsa qualità, aumentare il consumo nell’alimentazione di spezie e vegetali che aiutano il sistema immunitario come: aglio, zenzero, cannella, timo, limoni, cipolle, salvia, rosmarino, anice, coriandolo, papaia, crescione, rafano, camomilla, basilico, mele, carote, broccoli, broccoletti di bruxelles. Ricordarsi di bere sempre acqua a sufficienza, preferibilmente lontano dai pasti.

Coaching Neuro Emozionale: obbligatevi a dirigere la vostra attenzione verso tutto ciò che avete e che funziona, osservate le opportunità invece di orrientare lo sguardo verso tutto ciò che non funziona in modo da rilasciare nei vostri tessuti sensazioni di sicurezza, forza e fiducia piuttosto che paura e ansia. Praticate il Coaching Neuro Emozionale ogni giorno e se non conoscete queste fantastiche tecniche iscrivetevi sullo shop di Quantasia a uno dei nostril corsi online.

Quantasia SA offre percorsi di Coaching Neuro Emozionale anche via Skype, per favorire la gestione degli stati d’animo negativi e lo stress.

Se vuoi cambiare il mondo, prova prima a migliorare e a trasformare te stesso
Dalai Lama
Richiedi informazioni



Contattaci
Contattaci