Crescita personale

Anno nuovo vita nuova!
Come manifestare i buoni propositi

Claudia Vece – 20 Dicembre 2021

Diciamoci la verità, chi non ha mai pensato ai buoni propositi per l’anno nuovo durante il mese di dicembre?

È qualcosa che facciamo un po’ tutti, con uno sguardo ripercorriamo l’anno appena trascorso e iniziamo ad elencare i cambiamenti che desideriamo attuare nelle nostre vite, come ad esempio metterci a dieta, iniziare ad andare in palestra, diminuire i consumi di alcol o sigarette, andare d’accordo con i genitori, iniziare un corso di formazione continua o imparare una nuova lingua.

Questi sono i grandi ideali con cui la maggior parte di noi inizia il nuovo anno ma che spesso vengono abbandonati dopo poche settimane dalla notte di San Silvestro, poiché la frenesia della vita quotidiana allontana dagli obiettivi personali. Da un lato desideriamo tanto un cambiamento, dall’altro ci occupiamo di tutto e tutti mettendo i nostri desideri in secondo piano.

 

Come auto-motivarci alla realizzazione dei nostri obiettivi

Proviamo allora a fare una piccola analisi su quanto successo negli ultimi dodici mesi e cerchiamo di comprendere come auto-motivarci alla realizzazione dei nostri obiettivi. Prendi quindi un foglio e una penna e prova a scrivere i buoni propositi che ti sei posto l’anno scorso. Forse hai una lista già scritta, in tal caso puoi recuperarla. Ora che hai fatto chiarezza su quali fossero i tuoi obiettivi dello scorso anno, osserva quali di questi hai manifestato e quali invece sono rimasti pendenti, e prova a valutare se questi ultimi sono ancora attuali. Se sì, puoi interrogarti sul perché non li hai manifestati. Forse perché ti interessavano meno di altri? Non erano una priorità? Non hai avuto tempo o ci vuole troppo impegno?

Quando inizi un lavoro di auto-riflessione e auto-esplorazione, come quello sui buoni propositi del nuovo anno, è sempre consigliabile non fare un ragionamento tutto di un fiato, ma riflettere sul tema nell’arco di alcuni giorni, prendendoti appunto il tempo di dare il giusto peso per valutare con cura quali sono i tuoi reali obiettivi e le tue priorità nel momento presente. Prenditi quindi il tempo di fare una scrematura per evidenziare quali obiettivi sono concretamente reali e attuali per te. Fai attenzione a non sceglierne troppi, altrimenti potrebbe accaderti di non aver più voglia di passare all’azione, proprio perché c’è troppa carne al fuoco.

Se hai lasciato trascorrere qualche giorno dalle prime riflessioni, sarai ora pronto per definire con precisione i tuoi desideri, le sfide che intendi affrontare, i tuoi obiettivi e i cambiamenti che intendi manifestare.

Come manifestare i tuoi obiettivi

  1. Ora scriverai su un foglio della grandezza di un grande post-it, i cinque principali buoni propositi che intendi avviare o manifestare durante questo anno e per ognuno di questi scriverai accanto il tuo perché, che risponde alla domanda “perché è indispensabile per me realizzare questo obiettivo?”. Ad esempio, potrebbe essere “perché me lo merito” oppure “perché mi permetterebbe di vivere meglio la mia coppia” o ancora “perché mi renderebbe libero e felice”. Ricordati che se non hai un interesse, quindi un “perché” importante che ti spinge a superarti per realizzare i tuoi sogni, difficilmente il tuo cervello passerà all’azione con i comportamenti che ti permettono di manifestare dei risultati concreti.
  2. Adesso definisci per ognuno se si tratta di un obiettivo che puoi manifestare nel breve termine (0-6 mesi), nel medio termine (1-2 anni) o nel lungo termine (> 2 anni). È importante che tu attribuisca una valutazione realistica altrimenti potresti cadere nell’impazienza che è l’emozione auto-sabotante per eccellenza, in grado di mandare all’aria tutti i piani.
  3. Ora leggi ad alta voce ogni obiettivo con il suo perché e lascia che queste    intenzioni risuonino dentro di te, risenti quali emozioni e sensazioni ti fanno provare se avessi già manifestato quello che desideri. Questo è un passaggio importante, in quanto la tua intenzione si àncora nell’inconscio grazie alle emozioni che provi.
  4. Ora piega questo bigliettino e mettilo nel portafoglio così da portarlo sempre con te. Non dovrai necessariamente guardarlo o dargli troppa attenzione, poiché sarà lui a volte a capitarti tra le mani quasi per volerti dire “è ora di fare un ripasso”, oppure potrai rileggerlo per allinearti nuovamente ai tuoi desideri in un momento di confusione.

Perché fare tutto questo? Forse non lo sai, ma il cervello funziona un po’ come un computer, quello che hai appena fatto è una sorta di data-entry nel sistema, una “to-do-list delle intenzioni” alla quale abbiamo associato delle percezioni. Di fatto abbiamo portato ciò che avviene nella dimensione della tua mente nella dimensione materiale attraverso la scrittura, l’espressione della parola e delle emozioni. Quindi la tua intenzione è stata messa a terra e il tuo cervello ha potuto quindi vederla, viverla, sentirla e percepirla e ora sarà lui a mettere in atto comportamenti e azioni per portarti sempre più vicino alla realizzazione dei tuoi obiettivi. Basterà gettare ogni tanto uno sguardo al bigliettino e ripetere il procedimento e lasciare che dentro di te si manifesti l’energia della creazione.

Questi sembrano banali esercizi ma la verità è che il nostro cervello crea l’azione attraverso i comportamenti grazie a dei parametri ben precisi:

  • una chiara visione di ciò che vogliamo manifestare
  • l’associazione di emozioni, come se avessimo già ottenuto ciò che desideriamo
  • chiarezza nel perché desideriamo manifestare qualcosa. Questo è lo scopo, è l’interesse che farà agire il corpo nella manifestazione di un risultato
  • lasciare andare, ovvero lasciare che sia il nostro cervello ad organizzare le strategie per ottenere ciò che desideriamo.

Ricordati che per manifestare i tuoi obiettivi dovrai infine passare all’azione e quindi dovrai attuare un piano per poter portare a compimento quello che vuoi realizzare. Nulla arriva a noi se noi non mettiamo in movimento energia, quindi ora tocca a te!

Buon lavoro e auguri per una straordinaria manifestazione!

Ti è piaciuto l’articolo?

Contattaci per maggiori informazioni!

    Richiedi informazioni



    Contattaci
    Contattaci